• images/immagini_adi/13.jpg
  • images/immagini_adi/Agosto2014.jpg
  • images/immagini_adi/Aprile 2013.jpg
  • images/immagini_adi/Aprile 2014.jpg
  • images/immagini_adi/Dicembre 2010.jpg
  • images/immagini_adi/Dicembre 2012.jpg
  • images/immagini_adi/Gennaio 2012.jpg
  • images/immagini_adi/Gennaio 2013.jpg
  • images/immagini_adi/Luglio 2011.jpg
  • images/immagini_adi/Luglio 2012.jpg
  • images/immagini_adi/Luglio 2014.jpg
  • images/immagini_adi/Maggio 2012.jpg
  • images/immagini_adi/Maggio 2014.jpg
  • images/immagini_adi/Marzo 2012.jpg
  • images/immagini_adi/Marzo 2014.jpg
  • images/immagini_adi/Settembre2014.jpg
  • images/immagini_adi/gennaio 2014.jpg
  • images/immagini_adi/novembre.jpg
  • images/immagini_adi/ottobre.jpg

Evangelici italiani e Cattolicesimo

  

      Proprio pochi giorni fa, il 19 luglio ad Aversa, si è tenuta una tavola rotonda promossa da Alleanza Evangelica Italiana, Federazione delle Chiese Pentecostali, Assemblee di Dio in Italia, Chiesa Apostolica in Italia e Congregazioni Cristiane Pentecostali sul tema “Il cattolicesimo contemporaneo: una prospettiva evangelica”.

Delle riflessioni opportune “a seguito di aperture ecumeniche da parte di ambienti evangelici e pentecostali internazionali e nazionali nei confronti della Chiesa cattolica romana e del suo attuale Pontefice” che ribadiscono le motivazioni dell'incompatibilità con le posizioni della Chiesa Cattolica, “senza esprimere un giudizio sulla fede dei singoli fedeli”.
In tempi recenti si è letto su alcuni giornali, come La Stampa, genericamente di avvicinamento tra Cattolici ed Evangelici, relativamente ad una visita che Papa Francesco fatta il 28 luglio scorso, in forma privata, al Pastore Giovanni Traettino, pastore delle Chiese Evangeliche della Riconciliazione a Caserta. Visita che fa seguito ad un precedente incontro in Vaticano nel 2013, sempre con Traettino, conoscenza stretta in Argentina molto prima della nomina a Papa di Bergoglio.

Tuttavia nel documento stilato emerge chiaramente “che le apparenti somiglianze con la fede e la spiritualità evangelica di settori del cattolicesimo non sono di per sé motivi di speranza di un vero cambiamento”.

Le osservazioni cardine: una chiesa che si sente «mediatrice di salvezza e che presenta altre figure come mediatrici di grazia», «che si è assunta la responsabilità di aggiungere dogmi» e «che ha il suo cuore in uno stato politico, retaggio di una chiesa “imperiale”», sono quelle che fanno ritenere la Chiesa Cattolica «incompatibile con l’insegnamento della Scrittura» e pertanto rende la sua posizione "inconciliabile".

 

Di seguito riportiamo la dichiarazione che l’AEI, le ADI, la FCP, la Chiesa Apostolica e le Congregazioni pentecostali hanno sottoscritto insieme il 19 luglio 2014:

 

EVANGELICI ITALIANI SUL CATTOLICESIMO CONTEMPORANEO


A seguito della tavola rotonda promossa da Alleanza Evangelica Italiana, Federazione delle Chiese Pentecostali, Assemblee di Dio in Italia, Chiesa Apostolica in Italia e Congregazioni Cristiane Pentecostali, e svoltasi il 19 Luglio 2014 ad Aversa presso la Facoltà Pentecostale di Scienze Religiose, sul tema “Il cattolicesimo contemporaneo: una prospettiva evangelica”, le organizzazioni sopra citate, a seguito di aperture ecumeniche da parte di ambienti evangelici e pentecostali internazionali e nazionali nei confronti della Chiesa cattolica romana e del suo attuale Pontefice, senza esprimere un giudizio sulla fede dei singoli fedeli,
ritengono incompatibile con l’insegnamento della Scrittura una chiesa che si sente mediatrice di salvezza e che presenta altre figure come mediatrici di grazia, dal momento che la grazia di Dio viene a noi soltanto per mezzo della fede in Cristo Gesù senza le opere (Efesini 2:8) e senza l’intervento di altri mediatori (1 Timoteo 2:5).
Inoltre ritengono incompatibile con l’insegnamento della Scrittura una chiesa che si è assunta la responsabilità di aggiungere dogmi (come quelli mariani) alla fede una volta e per sempre trasmessa ai santi (Giuda 3; Apocalisse 22:18).
Infine ritengono incompatibile con l’insegnamento della Scrittura una chiesa che ha il suo cuore in uno stato politico, retaggio di una chiesa “imperiale” da cui ha assunto titoli e prerogative. Le chiese cristiane devono infatti guardarsi dall’imitare i “principi delle nazioni” e seguire l’esempio di Gesù che è venuto per servire e non per essere servito (Marco 10:42-45).
Pertanto ritengono che le apparenti somiglianze con la fede e la spiritualità evangelica di settori del cattolicesimo non sono di per sé motivi di speranza di un vero cambiamento.
Considerato che permangono tuttora differenze teologiche ed etiche inconciliabili ed assolutamente divergenti non ritengono di poter dare inizio e corso a qualsiasi iniziativa o apertura ecumenica nei confronti della Chiesa Cattolica Romana invitando tutti gli evangelici a livello nazionale ed internazionale ad esercitare un sano discernimento biblico (1 Giovanni 4:1) senza cedere ad ansie unioniste contrarie alla Scrittura, ma anzi rinnovando l’impegno a portare l’evangelo di Gesù Cristo in tutto il mondo (Matteo 28:18-20).
Aversa (CE), 19 luglio 2014

 

 fonte: http://www.alleanzaevangelica.org

Plenty of people who wear replica men watches put them on due to their design and style. The design and style of uk replica watches online will assist folks appearance their utmost when they are working to make a very good feeling, and they have to use a high quality luxury replica watches that anyone would notice from the mile absent, such as the replica bell & ross watches uk . A genuine eternal timeless that correctly suits any occasion. A replica chopard watches is the one other ageless basic, its price becoming reasonable understandably.

 

Italian English French German Portuguese Russian Spanish
bereana
radio
attiv
pruno
News dal Mondo
199222
TodayToday283
YesterdayYesterday265
This_WeekThis_Week1820
This_MonthThis_Month3970
All_DaysAll_Days199222